Donna Sagittario infelice in amore
Banner
amore.png

Astrolove a cura di Paola Dei Gatti Home Sagittario e Amore Donna Sagittario infelice in amore

Donna Sagittario infelice in amore

Amore - Sagittario
Scritto da Paola dei Gatti   
Domenica 26 Giugno 2011 21:23
Indice
Donna Sagittario infelice in amore
Problemi di coppia con Ariete e Sagittario

Donna Sagittario da uomo Sagittario a uomo Ariete

uomo-e-donna-sagittario

Cara Paola,
Mi hanno consigliato di scriverti su facebook. Spero di non disturbarti e in tal caso me ne scuso fin da ora.

Sono stanca Paola, stanca della mia sfortuna in amore.

Sono nata a ... il ... alle ore .. (Sagittario ascendente gemelli dunque).

Nel 2010 a causa di un dramma familiare, ho interrotto la relazione instabile che andava avanti da un anno e mezzo con il mio compagno (Sagittario).

Lo amavo moltissimo (sagittario anche lui, nato il ...), tra me e lui c'era una sorta di affinità elettiva ed è l'unica persona in vita mia che ho considerato vicino all'idea di "anima gemella"....

Insomma, ho passato un'invernata a raccogliere i cocci, a cercare di riattaccare i pezzi, a cercare, per quanto possibile di stare meglio.... mi sono costruita intorno una sorta di guscio, non volevo più nemmeno sentire parlare di uscire con un uomo.

Ho cercato a piccoli passettini di stare meglio: poi è successa una cosa.

Dove io vivo, hanno messo una tendopoli di accoglienza per stranieri ed ho trovato in questa cosa un modo per stare meglio: mi sono impegnata anima e corpo nel volontariato attivo e spontaneo (quello organizzato era fallace), macinavo km alla ricerca di vestiti e scarpe da regalare a questa povera gente.

Per la prima volta da mesi il mio pensiero era: mi sento di nuovo viva, mi sento meglio.....

E proprio in questo periodo reincontro un conoscente  (Ariete nato il ...).

Gli permetto di avvicinarsi a me, distratta come ero dal mio impegno umanitario, più di quanto non avessi fatto con chiunque altro in tutti questi mesi difficili.

E lui inizia con il dichiararsi: anche lui storia complicata alle spalle, separato con un figli.

All'inizio lo respingo, gli racconto di me, di quello che ho passato e lui mi capisce, mi sostiene. E mi rispetta.

Sebbene io resti impietrita di fronte ai suoi "mi sto innamorando di te", lui continua a voler stare con me dicendo che non importa che non me la sento di iniziare una storia: perchè, dice, la mia presenza lo fa stare bene.

Passano giorni così, spesso insieme, a parlare per ore... e il mio guscio inizia ad incrinarsi.... le mie difese scricchiolano ed alla fine cedo..... iniziamo questa relazione meravigliosa, lui si comporta (si comporta Paola, non solo parole di fuffa, ma fatti) in modo DIVINO.

Non mi lascia un minuto, vuole sempre stare con me, mi presenta alla sua famiglia, vuole venire a conoscere i miei (ed io all'inizio titubante, glielo concedo), chiede ed ottiene una proroga di servizio per potere stare di più con me, mi riempie di attenzioni, parla a TUTTI di me, dicendo che "finalmente ha trovato una persona splendida con cui ricostruirsi la vita".

E chi lo conosce da tempo dice che finalmente dopo tempo, lo sente felice.

Io dal canto mio un po' cercavo di frenarlo, gli dicevo che forse si stava correndo troppo, che forse era il caso di andare cauti...e lui obiettava dicendomi ".. so bene quello che voglio, cosa dobbiamo aspettare??".

( ... ) Abbiamo anche cercato una casa per vivere insieme.

Poi la voce della mia presenza e dei nostri progetti è arrivata alle orecchie della sua ex moglie la quale per tutta risposta (da premettere che lui ha cercato  in ogni modo di rimettersi insieme a lei, ma non c'è stato verso, lei non lo vuole più) gli ha negato di vedere il bambino (che lui ama tantissimo)....

Dopo giorni di pianti e lacrime sue che io asciugavo (era uno strazio vederlo piangere come un vitellino) ed in cui mi ripeteva di non lasciarlo da solo... è avvenuta la METAMORFOSI.

Nel giro di 24 ore mi sono ritrovata affianco uno che non conoscevo: ogni mio sforzo di capire, di sostenerlo, di riportatarlo a me si scontrava con i suoi NON LO SO, NON LO SO più...... finchè dopo una settimana così non mi ha lasciata ed è partito per due settimane durante le quali non l'ho cercato se non una volta sola (mi aveva chiesto di lasciarlo tranquillo e a fatica l'ho fatto sperando che servisse).

Una volta tornato qui non voleva neppure incontrarmi "perchè tanto non serve a nulla", ma io da sagittaria tenace sono riuscita cmq a incontrarci.

Ora è una settimana che è qui, non stiamo più insieme perchè lui resta fermo sulle sue posizioni... ogni tanto mi chiama per uscire "in amicizia", ma io sto gioco al massacro credo di non poterlo reggere....

Ora la mia domanda quale è? Ci sarà mai per me Paola, un po' di serenità affettiva??

Non dico con lui, ma in GENERALE.

In questa occasione avevo ponderato, soppesato, valutato, non mi ero buttata a capofitto in una relazione già fallace in partenza.... ma non è servito cmq.....

La mia "sfortuna" in amore è anche la mia condanna a vita per l'infelicità affettiva?

Giuro che non ero mai arrivata a parlare così in vita mia, ma questo duro colpo mi ha completamente prostrata... ho pensato tante volte in quei giorni che anche per me la teoria della ruota che gira, o della porta che si chiude e si apre un portone stava attuandosi ed invece no..... la sfiga sia con me.....

Continua a leggere: Donna Sagittario da Sagittario a uomo Ariete

 



 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Giovedi, 18 gennaio 2018
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner