Insetti domestici
Banner
misteri.gif

Curiosità e cultura è a cura di Germain Lacroix Home Animali Insetti domestici

Insetti domestici

Animali
Giovedì 24 Febbraio 2011 14:06

gabbia-per-insettiNon solo i cani ed i gatti appartengono al gruppo degli animali domestici.

Non tutti lo sanno, ma, anche in Italia, ci sono moltissimi appassionati di insetti, che li allevano in casa.

Su internet, per esempio, è scoppiata l'insettomania! E' possibile acquistare, da privati o da allevamenti, numerose tipologie di insetti "domestici".

Tra tutti, i "fasmidi" sono generalmente molto semplici da allevare. Per questo motivo, molte specie di fasmidi (classe insecta) vengono allevate in casa come l'insetto stecco e l'insetto foglia.

Questi insetti, hanno necessità di uno spazio di grandezza adeguata alla specie che si vuole allevare che, comunque, difficilmente supera i 20 -25 cm.

Le uniche difficoltà nell'allevamento domestico di questi insetti sono costituite dai periodi di muta, in cui le neiadi (il nome che questi insetti assumono nelle fasi precedenti allo stadio adulto, cioè prima di potersi riprodurre) cambiano la loro morfologia (le loro sembianze).

In queste fasi, infatti, sarà necessario fare attenzione alla temperatura ed al grado di umidità dell'aria che non deve essere troppo fredda per permettere ai piccoli il loro sviluppo.

L'allevamento

Come nel caso degli acquari, le gabbie per i fasmidi sono di diverso tipo e ce ne sono per tutti i prezzi.

E' importante che le gabbie abbiano i seguenti requisiti:


- la gabbia non sia troppo piccola e deve essere proporzionata alla grandezza dell'insetto;
- gli insetti contenuti in ogni gabbia devono essere troppo numerosi;
- la gabbia deve avere una sufficiente ventilazione, la giusta temperatura (che potrebbe variare a seconda del fasmide e della sua zona di provenienza, ma di solito è compresa tra i 18 e i 24°), e il giusto grado di umidità (circa 70-80%);
- la gabbia deve avere il giusto grado di illuminazione;
- la gabbia dovrebbe svilupparsi in altezza.


Le gabbie vengono spesso attrezzate con rami, pietre e piante, molto meglio se vive, in modo da assicurare all'insetto un ambiente più simile possibile a quello naturale.

Per garantire il giusto tasso di umidità, si può vaporizzare quotidianamente dell'acqua (facendo attenzione a non spruzzare l'acqua direttamente sugli insetti!!).


Un utile accorgimento, che aiuterà a mantenere un ambiente illuminato durante il giorno, può essere quello di tenere una lampadina accesa vicino alla vaschetta dell'acqua (ovviamente, se la gabbia non è predisposta per questo, il lavoro dovrà essere realizzato facendo attenzione ad evitare il pericolo di incendi e corto circuiti).

Le lampadine, aiuterenno a mantenere l'ambiente riscaldato, ma, se sono all'interno della gabbia, si dovrà usare l'accortezza di coprirle, per evitare che gli insetti possano ustionarsi.

La nutrizione

Per la nutrizione, è consigliatissimo somministrare rametti di rovo, di cui sono ghiotti, che dovrebbero essere sempre freschi.


Gli insetti stecco in natura vivono sugli alberi, da cui traggono nutrimento, e raramente scendono al suolo.
Per garantire agli insetti un ambiente più simile a quello che avrebbero scelto in natura, la gabbia dovrebbe svilupparsi in altezza.

Per il resto, seguendo queste regole, non dovrebbero presentarsi particolari problemi.

Per cominciare, si può partire da teche in plastica, che di solito sono dotate di buchi per l'aerazione, acquistabili con pochi euro. Se però si possiedono delle neiadi, è necessario coprire i fori con un telo traspirante, che faccia passare l'aria ma ne impedisca la fuga.

Questi insetti si possono toccare, ma devono essere maneggiati con cura facendo attenzione a non staccargli accidentalmente le zampette.

La riproduzione

La riproduzione avviene soprattutto per partenogenesi, o parto verginale, in cui l'uovo della femmina non necessita di fecondazione.

Alcuni di questi insetti hanno le ali, altri no. In alcuni casi, producono una secrezione repellente che non è comunque dannosa per l'uomo. E' consigliabile comunque lavarsi le mani dopo averli toccati ed evitare di strofinarsi gli occhi.


La loro crescita e la durata dei loro stadi di neiadi cambia a seconda dell'insetto.

Questi sono i più comuni insetti domestici che si possono acquistare anche online:

Sipyloidea sipylus - Periphetes forcipatus -Extatosoma tiaratum neanidi -Phaenopharos khaoyaiensis -Eurycantha calcarata -Neohirasea maerens -Peruphasma schultei -Pharnacia ponderosa -Aretaon asperrimus -Sungaya inexpectata -Peruphasma schultei.

Torna su Animali Animali


 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Martedi, 23 ottobre 2018
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner