Il cammello e il dromedario
Banner
misteri.gif

Curiosità e cultura è a cura di Germain Lacroix Home Animali Il cammello e il dromedario

Il cammello e il dromedario

Animali
Giovedì 07 Luglio 2011 13:06

DromedarioIl dromedario (Camelus dromedarius classificato da Linneo nel 1758) è un mammifero che appartiene alla famiglia dei Camelidi, diffuso in Asia, Africa settentrionale e, per intervento umano, anche in Australia.

In base ai resti fossili ritrovati, si ritiene che, migliaia di anni fa, questo animale popolasse anche l'America settentrionale, ma ufficialmente, il dromedario fu addomesticato nella Penisola Araba tra il V e il IV millennio a.C. [1]

E' alto circa 2 metri ed è molto diffuso in Asia centrale dove viene utilizzato come animale da trasporto, soprattutto per le sue capacità di carico e di attraversare terreni impervi. E', inoltre, in grado di percorrere fino a 150 km in 15-20 ore, a una velocità che può oscillare fra gli 8 e i 20 km orari, sopportando un carico che può arrivare a 150-200 kg.

La sua caratteristica più conosciuta è la capacità di resistere alla sete fino a circa 8 giorni grazie al suo organismo in grado di evitare la dispersione dell'acqua che beve (può bene più di cento litri in pochi minuti).
Ha anche un olfatto molto sviluppato che gli consente di scovare fonti d'acqua sotterranea.

Viene utilizzato anche per produrre abbigliamento grazie alla sua resistente lana.

Anche il cammello (Camelus bactrianus Linnaeus, 1758) è un mammifero della famiglia dei Camelidi.

Cammello e dromedario appartengono quindi alla stessa famiglia.

La differenza più evidente tra cammello e dromedario è che il primo ha due gobbe, mentre il secondo ne ha una.

Per questa ragione si pensa che il cammello sia il risultato dell'addomesticamento e di un intervento umano sul dromedario (che è più scomodo da sellare).

Oggi, quasi tutti i cammelli sono animali domestici, ma in Mongolia, nel deserto del Gobi, vi sono circa 800 esemplari selvatici, per questo è stato inserito nella lista rossa IUCN (Unione mondiale per la conservazione della natura) delle specie minacciate.

Il verso del cammello si chiama il "Rummel". Il verbo per esprimere il suo verso è "bramire". Se, per esempio, l'elefante barrisce, il cammello bramisce.

E ora la chicca.

Molti credono che ci sia l'acqua nelle gobbe del cammello, mentre invece ci sono solo sostanze nutritive.

Invece, la sua capacità di resistere giorni e giorni senza acqua è dovuta alla capacità metabolizzante del fegato del cammello.

Si ritiene comunemente, inoltre, che il cammello sia l'animale più resistente alla sete.

Non è vero, perché l'animale più resistente alla sete è il facocero!!

[1] Fonte Wikipedia: Dromedario

[2] Fonte Wikipedia: Cammello

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Domenica, 19 agosto 2018
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner