L'uccello che imita il gatto e vive con la mamma... la ghiandaia
Banner
misteri.gif

Curiosità e cultura è a cura di Germain Lacroix Home Animali L'uccello che imita il gatto e vive con la mamma... la ghiandaia

L'uccello che imita il gatto e vive con la mamma... la ghiandaia

Animali
Giovedì 30 Giugno 2011 21:44

ghiandaia-garrulus-glandariusLa ghiandaia (Garrulus glandarius, Linnaeus 1758) è un uccello che appartiene alla famiglia dei Corvidi (Corvidae).

E' lunga circa 34 cm, ha un piumaggio bruno-rosato.

La coda è nera, come le ali, con una macchia bianca e una azzurra che la rende facilmente riconoscibile.

Raggiunge un peso massimo di circa 180 grammi (sia il maschio che la femmina) ed è diffusa in Europa e in Asia.

La ghiandaia è onnivora (si nutre di tutto) e, oltre alle ghiande di cui è ghiotta, si nutre di castagne, nocciole, frutta e bacche.

Divora anche uova e roditori di piccola taglia, insetti e lucertole.

E ora veniamo alle due peculiarità che rendono questo uccello a dir poco particolare, se non unico.

La prima è che la ghiandaia è un'abilissima imitatrice.

Infatti, oltre al suo normale verso (che è acuto), riesce a riprodurre molti versi di altri uccelli, in particolare della poiana e in alcuni casi addirittura ... è in grado di riprodurre il miagolio dei gatti!!

La seconda caratteristica bizzarra riguarda la ghiandaia americana.

La ghiandaia americana è uno dei pochi casi in natura (forse l'unico) in cui l'animale rinuncia a crearsi una famiglia!!

Per alcuni, questi uccelli ricordano molto i giovani di oggi: sono restii a lasciare il nido e pare che non abbiano nessuna intenzione di formare una propria famiglia.

Infatti, gli ornitologi, hanno osservato giovani ghiandaie di oltre un anno di età (quando, di solito le altre specie di uccelli si sono già riprodotte) abitare con i genitori, anche se a dire il vero sono tutt'altro che inoperose.

Anzi.

L'ornitologo George E. Woolfenden, che li ha studiati per cinque anni, ha scoperto che gran parte delle coppie osservate si fanno assistere da ghiandaie aiutanti che non partecipano alla costruzione dei nidi o all'incubazione, ma sono attivi sia nel cercare cibo per nutrire i piccoli e nel difendere il territorio o il nido.

In particolare sono abilissimi nel dare l'allarme e nello sventare gli assalti del serpente

Difendono il nido dagli intrusi e sono specializzate nel dare l'allarme e nello sventare gli assalti di molti rettili, come i serpenti, che cercano di mangiare le loro uova.

Arrivano anche a tessere rapporti di vicinato: sono stati osservati diversi casi in cui giovani ghiandaie aiutano addirittura i vicini di nido.

Solo pochi esemplari sono deputati alla riproduzione.

Invece, la maggioranza di loro, non abbandona il nido natio e i genitori e per questo è un uccello che costituisce una vera e propria eccezione!!!

Anche perché, questo comportamento, sembra essere il frutto di una scelta ben voluta: secondo gli studiosi, infatti, la ghiandaia rinuncia a crearsi una famiglia finchè non è certa di avere un nido sicuro con una buona scorta di cibo!

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Giovedi, 21 agosto 2014
Banner
Di che segno sei ?