Il bambino dell'Ariete
Banner
ariete.jpg
Home Ariete Il bambino dell'Ariete

Il bambino dell'Ariete

Ariete

bambino segno ariete

Il bambino nato nel segno dell'Ariete è una sfida, in particolar modo per il padre e i fratelli.

Con lui, una forza dinamica entra nel cerchio familiare, ed il modo in cui genitori e fratelli reagiranno è della massima importanza, perché la natura del bambino Ariete è spesso difficile da comprendere.

Un'apparenza forse troppo attiva e chiassosa può nascondere una profonda insicurezza ed un bisogno di conferme.

Se tale bisogno non è compreso e soddisfatto, specie dai genitori, la disposizione del bambino potrebbe irrigidirsi in modo aggressivo.

Ciò, evidentemente, può accadere a bambini nati in qualsiasi momento dell'anno, ma le conseguenze saranno più gravi in un bambino Ariete perché, una volta prestabilito, il modello sarà mantenuto ostinatamente con un'attenzione di sfida e ribellione contro ogni forma di autorità o costrizione.

Sono per lui importanti il sostegno e la comprensione affettuosa.

Il temperamento marziano fortemente legato al segno solare dell'Ariete ha una tendenza a classificare ogni esperienza come vittoria o sconfitta. Per l'Ariete in erba la sconfitta è più dolorosa e traumatica della frustrazione.

Crescendo, il ragazzo Ariete può rendersi conto di avere esagerato e la sua mente potrebbe insegnargli che un desiderio frustrato può approfondire la sua consapevolezza e produrre messi più ricche; ma la mentalità del bambino non è sufficientemente sviluppata, né sufficientemente obiettiva, per capire il valore dell'autocontrollo come mezzo di evoluzione.

Per il bambino, non poter mettere in atto ciò che sente ha il significato di una sconfitta. Se la sensazione di impotenza si ripete troppo spesso l'ira repressa può causargli disturbi psicosomatici.

L'altra alternativa cui può ricorrere è di rinunciare, di "squalificare" l'attività nella quale si trova bloccato o impotente. Dovrebbe invece essere incoraggiato dai genitori, ai quali spetterebbe il compito di spostare l'attenzione del bambino verso una meta più costruttiva.

La ragazza Ariete si trova spesso in una situazione più difficile del ragazzo. L'aggressività di Marte potrebbe non coincidere con la sua femminilità, o con ciò che i suoi genitori considerano femminilità.

E' importante, perciò, che i genitori la incoraggino ogni qualvolta sia possibile. Il rapido cambiamento del ruolo della donna ai giorni nostri dovrebbe ridurre al minimo le conseguenze psicologiche di questo conflitto; ciò nonostante la ragazza Ariete potrebbe avere difficoltà ad incontrare un uomo da amare e rispettare.

Il ragazzo Ariete può presentare un problema per gli insegnanti soprattutto se il ritmo degli studi è lento oppure se non gli si permette di svolgere la sua ambizione.

Egli vuole spesso primeggiare o più sovente attirare l'attenzione dell'insegnante, specialmente se di sesso diverso.

D'altra parte, il ragazzo Ariete può preferire le attività fisiche allo studio e in classe tende a dimostrare impazienza per l'attenzione che il maestro deve accordare agli alunni.

Il problema dell'educatore nei confronti del ragazzo Ariete è di assicurarsi che egli si occupi in modo costante dell'argomento scelto.

Tendenzialmente dispersivo, gli riesce difficile conservare il proprio interesse man mano che si approfondisce. Dopo il primo approccio, l'oggetto di studio, può essere abbandonato per un altro che lo attira.

La routine gli è spesso sgradevole, l'impazienza e la mancanza di costanza si ripetono nello studio come in altri campi.

L'educatore deve perciò stimolare il ragazzo presentandogli degli argomenti che coinvolgano l'immaginazione e smuovano il suo desiderio di approfondire.

Ciò di cui ha bisogno il ragazzo Ariete, forse più dei suoi coetanei, è di essere sorretto nel suo bisogno di affrontare il mondo con sicurezza.

 

chatCommenta sul forum: Il bambino Ariete

 

I bambini ed i segni dello ZodiacoI bambini ed i segni dello Zodiaco


Ariete Torna al segno Ariete

 

Tags:
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Martedi, 23 ottobre 2018
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner