Astrologia: come funziona?
Banner

Astrologia

Home Astrologia Astrologia: come funziona?

Astrologia: come funziona?

Come "funziona" l'astrologia?

Luce del sole attraverso un prisma

La Luce del Sole e - spiegheremo come - quella riflessa dagli astri, contiene una particolare energia che non è sempre uguale. E' possibile misurare questa energia attraverso particolari strumenti.

E' dimostrato che l'influsso del Sole provoca mutamenti sulla vita: non ci resta che capire in che modo.

La luce non ha sempre la stessa energia.

Di conseguenza, produce un diverso effetto sulla materia; in taluni periodi produce il freddo (per esempio in inverno) in altri il caldo (per esempio in estate).

Oggi, la scienza, ci permette di misurare con rigore scientifico, l'intensità della luce, dandoci un importante riscontro di quelle stesse rilevazioni che gli antichi fecero grazie alle osservazioni della luce degli astri.

Infatti, oggi sappiamo che non solo la luce si manifesta attraverso colorazioni diverse, ma siamo in grado di misurare le sue diverse gradazioni e la sua diversa energia.

Tali colori della luce, non sono altro che espressione della sua "frequenza".

Nell'immagine in alto, viene mostrata la dispersione di un raggio di luce attraverso un prisma triangolare.

Quando la luce passa attraverso un prisma, viene separata in un arcobaleno di colori diversi, come si vede nella figura.

Rosso

Arancione

Giallo

Verde

Blue

Indaco

Viola

Allo stesso modo, a seconda di come la luce ci "colpisce", opera con determinati effetti sui corpi.

Tutti, anche i non appassionati di astrologia, hanno sentito parlare di aspetti e di particolari aspetti angolari tra pianeti, come l'opposizione, la quadratura o il trigono.

Mediante l'utilizzo di un prisma di forma triangolare, possiamo notare come la luce bianca, assume diversi colori, di modo che, cambiando l'angolo, cambia anche il colore della luce e la sua frequenza.

E' quindi dimostrato scientificamente che la luce cambia il suo colore, la sua frequenza ed il suo effetto a seconda dell'angolazione.

L'astrologia si preoccupa di esaminare come l'angolazione della luce del Sole e degli altri astri (per esempio la Luna) agisce sui nostri corpi e sulla materia.

I quattro elementi

Per l'astrologia, infatti, tutti i corpi sono composti da tutti gli elementi (Fuoco, Terra, Aria e Acqua) e da tutte le qualità (caldo, freddo, umido e secco) mescolate secondo una certa proporzione.

L'azione della luce sulla materia interagisce su queste proporzioni in quanto, ogni elemento, è anche rappresentazione della quantità di luce in esso contenuto che nel fuoco è massima (il Fuoco è l'elemento più luminoso e più visibile), meno massima è nell'Aria, ancora meno nell'Acqua, fino quasi a sparire nella Terra.

Infatti, la Terra, è l'elemento con più materia (e meno luce), cioè più corposo.

Gli elementi, altro non sono che manifestazioni delle qualità naturali, per cui il Fuoco, consiste nel principio del caldo e del secco, la Terra in quello del secco e del freddo, l'Aria in quello dell'umido e del caldo e infine l'Acqua in quello dell'umido e del freddo.

Le quattro stagioni

Le qualità naturali, sono ben visibili nelle quattro stagioni, grazie all'operare del Sole che, nell'arco dell'anno produce caldo e umido in primavera, caldo secco in estate, secco e freddo in autunno e freddo e umido in inverno.

Ampia dimostrazione dell'azione degli astri sulla natura e dei fenomeni naturali ad essi connessi sono dati descritti da Claudio Tolomeo nel Tetrabiblos dove, nel capitolo I.2 descrive l'azione degli astri:

"I passaggi degli astri, sia quelli fissi (stelle), sia quelli erranti (pianeti), producono nel cielo condizioni di calore, di vento, di neve, dalle quali le cose terrene ricevono una corrispondente impressione (ciò che si trova sulla terra è influenzato da ciò che si trova in cielo).

Inoltre, le loro mutue configurazioni (gli aspetti reciproci che si formano tra gli astri), unendo in vario modo e combinando le loro emissioni, portano a compimento mutazioni numerose e differenziate.

All'interno del generale ordinamento delle qualità, prevale la forza del Sole, ma gli astri cooperano con esso o gli si oppongono in due modi.

Per la Luna ciò è particolarmente evidente e avviene continuamente, ad esempio nei novilunii, nei quarti e nei plenilunii; per gli altri astri ciò avviene in modo più indistinto e secondo una forma intermittente, come ad esempio nelle loro apparizioni e occultazioni...

...Non richiede lunghe dimostrazioni e a tutti è evidentissimo che una forza si propaga dai cieli e penetra in tutta la regione che circonda la terra, che è sempre soggetta al mutamento (ciclo delle stagioni).

Invero i primi elementi, il fuoco e l'aria, sono circondati e agitati dai movimenti che avvengono nel cielo (in alto) e a loro volta circondano e muovono ogni cosa inferiore (in basso): la terra e l'acqua e tutti gli esseri viventi."

Dopo questa premessa, l'autore del primo manuale di astrologia, descrive le caratteristiche di ogni astro; in particolare il Sole ha una doppia proprietà:

"Il Sole dispone sempre in certo modo ogni cosa terrena (intende dire che il Sole regola la vita sulla terra), non solo tramite i mutamenti che si producono nelle stagioni dell'anno e che incidono sugli esseri viventi, sulla fertilità delle piante, sul fluire delle acque e le mutazioni dei corpi, ma anche tramite la sua continua evoluzione diurna (nell'arco del giorno), mediante la quale riscalda e inumidisce, essicca e raffredda in una successione costante...(alternarsi del giorno e della notte)".

Da un lato il Sole condiziona la vita sulla terra con il suo moto nell'arco di un anno, dall'altro fa lo stesso con il suo moto nell'arco di un giorno.

Anche se la proprietà principale del Sole è il calore, la sua azione "riscalda e inumidisce, essicca e raffredda" sia nell'arco dell'anno (con i cambi di stagione) che nell'arco del giorno (a mezzogiorno è più caldo che al mattino o al tramonto).

In altre parole, si sta sottolineando che anche il Sole raffredda, in quanto ciò dipende dal diminuire della sua azione: quando agisce molto scalda, quando non agisce raffredda.

"La Luna, astro più prossimo alla terra, diffonde grandemente un flusso vitale, sicché la maggior parte degli esseri, animati ed inanimati con essa si modificano: i fiumi aumentano e diminuiscono i loro flussi secondo la sua luce, i mari volgono l'impeto delle loro onde al suo sorgere e al suo tramontare (anche la Luna come il Sole sorge e tramonta), le piante e gli esseri viventi sono condizionate dal suo crescere e dal suo calore (si riferisce alle fasi lunari)".

Anche la Luna, con il suo ciclo, che avviene nell'arco del mese, influenza la vita sulla terra.

Non solo Sole e Luna, però. Anche gli altri astri, persino le stelle cosiddette fisse (quelle che appartengono ad una costellazione) interferiscono con gli elementi che ci circondano sottoponendoli a mutazione. Così, abbiamo estati più calde e inverni meno freddi, etc.

Passa a: Pianeti in astrologia.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Mercoledi, 24 maggio 2017
La Luna oggi
Toro
Luna in Toro
14 gradi circa
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner