Prevedere i terremoti con il sismografo (scienza)
Banner
misteri.gif
Curiosità e cultura
Banner
Banner
Banner
Banner

Curiosità e cultura è a cura di Germain Lacroix Home Cultura Prevedere i terremoti con il sismografo (scienza)

Cultura : storia, geografia, scienza, letteratura, arte

Prevedere i terremoti con il sismografo (scienza)

Cultura

terremotoUltimamente, si è molto parlato di terremoti e di previsione di terremoti.

Poter prevedere in qualche modo questo tipo di catastrofi naturali, è sempre stato un sogno dell'uomo che, di fronte alla potenza della natura, è costretto a sentirsi totalmente inerme.

A maggior ragione in periodi storici come questo in cui, persino il Giappone, che da sempre convive con i fenomeni tellurici, ha dimostrato la sua impotenza.

Secondo la maggior parte dei ricercatori, poiché i terremoti avvengono in media a 10-15 chilometri di profondità, dove non è ancora possibile studiare da vicino la deformazione delle rocce e il comportamento dei fluidi, la previsione di un terremoto sarebbe impossibile, con gli strumenti attualmente a disposizione dei sismologi.

Le ricerche scientifiche, però, non si sono fermate e, recentemente, si sono aperti spazi alla possibilità di previsione scientifica di un terremoto grazie ad un nuovo strumento di studio: il sismografo fossile.

Il sismografo fossile

Si tratta di un innovativo strumento messo a punto da geologi e fisici della prestigiosa università di Tel Aviv che potrebbe rivelare molto dei terremoti passati ed aiutarci a difenderci da quelli futuri.

L'invenzione del cosiddetto "sismografo fossile" è stata ispirata dallo studio di uno strano fenomeno di "onda".

Si è infatti scoperto che un disturbo nella stratificazione dei sedimenti nell'area del Mar Morto, direttamente proporzionale all'intensità del sisma!

Grazie agli studi sulla turbolenza nei fluidi, come la teoria dell’instabilità di Kelvin (Cancro) – Helmholtz (Vergine), che si presenta quando i diversi strati di un fluido sono in moto relativo gli uni rispetto agli altri, i ricercatori dell'università israeliana hanno considerato la geometria delle forme nei sedimenti e l'hanno combinata con diversi altri parametri fisici.

In questo modo, sembra quindi possibile calcolare la scala, l'epoca e l'origine dei terremoti del passato.

A differenza dei normali sismografi, lo strumento può indagare terremoti avvenuti molto più di un secolo fa, anche se solamente in zone ricche di corsi di acqua come laghi o mari.

Forse non ci aiuterà a sapere quando si verificherà il prossimo terremoto, ma certamente la nuova invenzione sarà utilissima a capire i fattori di rischio quando si programmano nuove centrali idroelettriche!!

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Mercoledi, 17 ottobre 2018
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner