Acquario: segno di inverno
Banner
acquario.jpg
Home Acquario Acquario: segno di inverno

Acquario: segno di inverno

Acquario

Stagione del segno Acquario

stagione inverno

Inverno nel segno Acquario acquario 

L'Acquario è il secondo segno di inverno insieme a Capricorno (primo segno di inverno) e Pesci (ultimo segno di inverno).

Si colloca quindi nel centro dell'inverno e, per tale ragione, viene definito fisso, nel senso che non ha contatti diretti con i segni delle altre stagioni, ma si trova tra due segni della stessa stagione.

Per tale ragione si dice che, i segni fissi, mostrano le qualità tipiche della loro stagione in modo più evidente.

L'inverno dell'Acquario è quindi diverso dall'inverno del Capricorno (vicino al secco dell'autunno) e dall'inverno dei Pesci, segno mobile al confine con l'inizio della primavera che coincide con la fine dell'inverno.

Acquario segno di inverno

Al tempo stesso, mentre Capricorno è un segno di Terra e Pesci è un segno di Acqua, Acquario è un segno di Aria (come Gemelli e Bilancia).

A differenza degli altri segni di Aria, Acquario (segno fisso) è caratterizzato dal freddo invernale.

L'elemento Aria è associato al pensiero: se il pensiero dei Gemelli è brioso per l'arrivo della primavera, i pensieri dell'Acquario sono altrettanto leggeri, ma più lucidi, più "freddi". Se i Bilancia sono "dubbiosi", i pensieri dell'Acquario sono più fissi, tendono a cristallizzarsi ed a chiarificarsi.

Riassumendo:

Acquario è un segno di Aria (elemento caldo-umido in cui prevale l'umido) e appartiene ad una stagione, l'inverno, freddo e umido, in cui la qualità prevalente è il freddo.

Inverno e Acquario

Anche se si tratta del periodo più freddo dell'anno, (Saturno, che ha domicilio in Acquario, ed è l'astro freddo per eccellenza), nell'inverno dell'Acquario la luce continua a crescere: si tratta di un periodo fecondo con la presenza dell'elemento umido (qualità vitale).

In questo segno, quindi, sia la stagione (fredda e umida), che l'elemento Aria (caldo - umido) denotano la presenza di umido: "nell'inverno il calore del Sole è racchiuso nelle viscere della terra, mentre nell'aria è debolissimo, e nutre le radici delle erbe e delle piante, onde nei segni di Saturno l'anno è come il grembo gravido; l'aria si ispessisce, si condensa e si risolve in pioggia e in neve" [1].

Se un anno solare (un ciclo delle stagioni) potesse essere paragonato ad un'intera vita, l'inverno corrisponderebbe alla fase finale, la vecchiaia, quando il corpo si raffredda e il sangue si raggruma e quando raggiungiamo la saggezza.

Poiché la natura non muore mai, l'inverno è solo una fase (l'ultima) del ciclo vitale, quello della risalita verso la luce.

 

[1] Commento al Tetrabiblos di Claudio Tolomeo, a cura di Giuseppe Bezza  (I.10)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Domenica, 24 gennaio 2021
✝ IMPORTANTE Avviso ai lettori ✝

informazioni-su-oroscopi

AVVISO di navigazione per gli utenti interessati all'oroscopo  Qui troverai l'oroscopo del mese e dell'anno, ma abbiamo deciso di eliminare molti strumenti e spiegazioni.

Chi cerca l'oroscopo vorrebbe capire meglio sia la situazione che sta vivendo sia come andrà nel futuro prossimo o anche come saranno le prossime annate. Conoscendo il futuro puoi sapere quando è bene investire, quando è bene vendere, iniziare una storia d'amore... tutto quello che ti pare...

Tuttavia, sappi che non ti servirà a nulla perché chi ha creato i pianeti e dato ordini al tempo non permetterà che tu abbia più di quanto ti spetta, che è quanto ha stabilito per il tuo bene.
La società moderna ci insegna a fare la furbata, ma poi paghi pegno... non si può uscire dalla porzione che ti è stata assegnata, non avrai una fetta di torta in più, perché c'è un Dio nel cielo che non lo permette... chi ha creato tutte le cose non lo permette... quindi... se sei su questo sito sei abbastanza intelligente da capire che se un astro influenza la tua vita è solo perché esiste ed è vivente chi ha creato questo astro... il compito di una persona saggia è quindi quello di rendere grazie al Creatore e non certo rivolgersi agli astri sperando di passare oltre alla Sua volontà cercando il sostegno astrale. Sta, invece, scritto in Giovanni 3:27: "l'uomo non può ricevere cosa alcuna, se non gli è data dal cielo".
Il consiglio quindi è quello di abbandonare la strada malvagia e di lasciar perdere l'oroscopo, la divinazione e tutto quello che riguarda la previsione degli eventi, perché il futuro deve essere amministrato solo dal Creatore e quando gli uomini si mettono in mezzo fanno solo grossi danni... soprattutto a se stessi!!! perché l'uomo che pensa di fare qualcosa senza l'aiuto del Creatore è destinato a fallire ed a mandare in rovina se stesso e tutto ciò che lo circonda...
Lascia perdere l'oroscopo e avvicinati al tuo Creatore. Gesù disse: chiedi e ti sarà dato, quindi non c'è davvero bisogno di rivolgersi ai pianeti. Abbi fede.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner