Il mistero della donna morta congelata e risorta
Banner
misteri.gif
Curiosità e cultura
Banner
Banner
Banner
Banner

Curiosità e cultura è a cura di Germain Lacroix Home Misteri Il mistero della donna morta congelata e risorta

Il mistero della donna morta congelata e risorta

Misteri
Giovedì 30 Giugno 2011 22:05

anna-bagenholmeUn caso che ancora oggi fa discutere la scienza a cavallo tra la medicina e il miracolo.

Anna Bagenholm (nata nel 1970) è una radiologa svedese di Vänersborg che è sopravvissuta dopo un incidente di sci (nel 1999) che la lasciò intrappolata sotto uno strato di ghiaccio per 80 minuti nell'acqua gelida.

Durante questo periodo è diventata una vittima di ipotermia e la sua temperatura corporea è scesa  a 13,7 ° C , la più bassa temperatura del corpo mai registrata in un essere umano.

La Bågenholm è riuscita a trovare una sacca d'aria sotto il ghiaccio, ma ha sofferto di arresto circolatorio dopo circa 40 minuti nell'acqua gelata.

Grazie ai soccorsi, la Bågenholm è stata trasportata in elicottero in ospedale, dove un team di oltre un centinaio di medici e infermieri hanno lavorato a turno per nove ore per salvarle la vita.

Il suo cuore non batteva più. Le speranze di tenerla in vita erano minime ma, dopo qualche ora, la vita ricominciò a scorrere nelle sue vene, fino a farla riprendere completamente.

La sciatrice si è risvegliata dieci giorni dopo l'incidente, paralizzata dal collo in giù ma, lentamente, dopo mesi di terapia intensiva ha cominciato a recuperare.

La Bagenholm aveva 29 anni all’epoca dell’incidente: durante il trasporto in ospedale, i tentativi di rianimazione cardiopolmonare o con il defibrillatore non ebbero esito positivo. L’elettrocardiogramma era piatto.

Che cosa la salvò?

Il freddo. SI trattò di una vera e propria ibernazione.

Secondo i medici, la sua salvezza fu l’estremo freddo: Petter Andreas Steen, medico dell'ospedale di Oslo che la curò, disse che “il suo metabolismo rallentò a tal punto per il freddo che i tessuti necessitavano di pochissimo ossigeno per mantenersi”.

Per questa ragione, il suo cervello ed i suoi organi non subirono danni irreparabili

Il freddo, li aveva preservati.

La storia della Bagenholm è stata oggetto di convegni e trattati medici e, ancora oggi, continua a restare coperta da un velo di mistero...

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Martedi, 11 dicembre 2018
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner