Il più grande alchimista: Flamel
Banner
misteri.gif
Curiosità e cultura
Banner
Banner
Banner
Banner

Curiosità e cultura è a cura di Germain Lacroix Home Misteri Il più grande alchimista: Flamel

Il più grande alchimista: Flamel

Misteri
Mercoledì 12 Ottobre 2011 01:53

flamel e l'alchimia

A proposito di alchimia, abbiamo parlato del famosissimo Cagliostro, che, se da un lato si pone al centro dell'elite dell'alchimia europea della sua epoca, dall'altra viene ritratto come un "truffatore" che ha fatto il giro dei carceri di mezza Europa.

Accusato di vari reati per raccogliere denari, Cagliostro, ebbe poca fortuna economica.

Si disse dunque: se, Cagliostro fosse stato davvero capace di trasformare il piombo il oro, sogno di tutti gli alchimisti, non avrebbe avuto bisogno di adottare le mezze vie che lo hanno condotto in carcere.

Oggi, però, parleremo di un altro alchimista, che anche se non molto famoso, a differenza di Cagliostro, grazie alle sue conoscenze alchemiche, riuscì a realizzare un'ingente fortuna economica. Per qualcuno, inoltre, avrebbe raggiunto l'immortalità!!!

Nicolas Flamel nacque a Pontoise, in Francia, il 28 settembre 1330 nel segno della Bilancia. Morì a Parigi nel 1418 all'età di quasi novant'anni!

Nel mondo dell'esoterismo, uno dei personaggi più accreditati è sicuramente Eliphas Levi (l'uomo che, tra l'altro ha dato il nome ai tarocchi arcani).

Tuttavia, i grandi appassionati dei misteri del passato ritengono che la levatura di Flamel nell'ambito dell'esoterismo non sia da meno.

Se le imprese di Flamel sono leggendarie, egli è realmente esistito: la sua casa la sua casa a Parigi, costruita nel 1407, è ancora in piedi ed è ancora meta di pellegrinaggi da parte di tutti gli amanti dei misteri. Si trova al numero 51 di rue de Montmorency (III arrondissement di Parigi).

Si narra che Flamel riuscì a perseguire quelli che sono ritenuti gli obiettivi principali dell'alchimia: creò la pietra filosofale, in grado di trasformare il piombo in oro, e assieme a sua moglie Perenelle ottenne l'immortalità.

Fin giovanissimo, Flamel lavorò come scrivano a Parigi dove avviò un fiorente commercio di libri e manoscritti. Si racconta che Flamel abbia ricevuto da un vecchio Rabbino di nome Nazard un libro misterioso, scritto da un antico personaggio noto come Abramo.

Il libro era pieno di parole cabalistiche in greco ed ebraico.

Flamel dedicò la sua vita al tentativo di comprendere il testo di questi segreti perduti. Viaggiò per le università in Andalusia per consultare le massime autorità ebraiche e musulmane.

A Santiago de Compostela incontrò un misterioso maestro ebreo convertito, Leon che lo aiutò a comprendere il suo manoscritto.

Il 17 gennaio 1382, Flamel riuscì nella trasmutazione del piombo in argento e l'anno seguente riuscì a trasmutare il piombo in oro.

Ovviamente, non ci sono prove scientifiche di questo avvenimento, ma, quello che è certo è che, dopo il suo ritorno dalla Spagna, Flamel divenne ricchissimo!!

Flamel fu un benefattore: fece costruire ospedali e chiese grazie ai ricavi provenienti dall'alchimia.

Flamel fece sì che degli arcani simboli alchemici venissero scolpiti sulla sua lapide, attualmente conservata all'Hotel de Cluny di Parigi.

La sua tomba è vuota; alcuni dicono che fu saccheggiata da persone in cerca dei suoi segreti alchemici. D'altra parte, se Flamel ha di fatto raggiunto il segreto dell'immortalità, la sua tomba vuota può avere un'altra spiegazione.... [1]

[1] L'alchimia è il sistema filosofico esoterico antecedente al metodo scientifico ed alla chimica moderna che combina elementi di chimica, fisica, astrologia, arte, esoterismo  e religione. 

Gli alchimisti avevano come fine della ricerca la cosiddetta "pietra filosofale", una sostanza di tipo etereo (che potrebbe essere una polvere, un liquido o una pietra) divenuta simbolo dell'alchimia, capace di risanare la corruzione della materia. Le sue proprietà, che costituivano gli obbiettivi dell'alchimia furono tre:

  • Raggiungere la conoscenza universale
  • L'elisir di lunga vita
  • Mutare i metalli in oro

[2] Wikipedia - Nicolas Flamel

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Lunedi, 17 dicembre 2018
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner