I pianeti tra astrologia e astronomia: il cielo di marzo
Banner
zodiaco.png
Home Oroscopo TG I pianeti tra astrologia e astronomia: il cielo di marzo

I pianeti tra astrologia e astronomia: il cielo di marzo

Oroscopo TG
Scritto da Dario Giugno   
Giovedì 01 Marzo 2012 19:43

 congiunzione venere luna giove

Da fine febbraio a metà marzo 2012, astrologi ed astronomi sono alle prese, o per meglio dire sono deliziati, dalle numerose osservazioni che il cielo invernale permette.

Un osservatorio di astronomia, l'osservatorio Perinaldo, sta pubblicando sul suo sito una serie di articoli che mettono in evidenza le numerose opportunità che il cielo di questo periodo ci offre.

Così, possiamo leggere articoli come: Le Notti dei Pianeti: come osservare 5 pianeti in una sola sera – Marzo 2012.[1]

Ed i 5 pianeti, altro non sono che i 5 pianeti di cui parliamo in questo spazio dedicato agli oroscopi, cioè i pianeti conosciuti sin dall'antichità, perché visibili ad occhio nudo (senza telescopio).

In questa fine inverno saranno quindi ben visibili: Luna, Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno.

Lo spettacolo, come non abbiamo mancato di segnalare nella nostra pagina Facebook dedicata all'oroscopo, è iniziato il 28 febbraio, con una cascata di pianeti nel cielo, ad ovest, tutti visibili subito dopo il tramonto.

Sole opposto Marte

Un'altra data importante è quella del 3 marzo 2012, quando sarà possibile ben osservare Marte, in piena opposizione al Sole.

Un'annotazione che potrebbe risultare utile anche agli astrofili è quella che ci permette di ben distinguere i campi di competenza.

Per l'astronomia, il 3 marzo 2012 Marte sarà perfettamente opposto al Sole.

E per l'astrologia? Se calcoliamo il cielo di quel giorno noteremo che Sole (al grado 13° dello zodiaco) è perfettamente opposto a Marte (al grado 13° della Vergine).

Ciò che ci dice la zodiaco simbolico è quindi astronomicamente esatto: così come riconosciamo l'opposizione di Marte guardando il cielo (è tondo e mostra il suo disco interamente come la Luna quando è piena) allo stesso modo i conti sullo zodiaco tornano e Marte risulta opposto al Sole.

Qual è allora la differenza? E' semplice, per l'astronomia, Marte non è in Vergine, ma in Leone, nel senso che Marte si trova nella costellazione del Leone.

La maggior parte delle persone ritiene che ciò sia avvenuto a causa del moto precessionale, la famosa precessione degli equinozi, parola non di semplice interpretazione che spinge a ritenere che le stelle si siano spostate dall'antichità ad oggi ad insaputa degli antichi.

Si arriva così all'assurdo paradosso di ritenere che l'astronomo più importante dell'antichità, Tolomeo, celebrato per esempio da Raffaello nell'opera intitolata "La scuola di Atene" che contiene tutti i personaggi più influenti del pensiero occidentale e che ha mappato 48 delle attuali costellazioni, potesse essere tanto sprovveduto da non conoscere il moto precessionale.

In pratica, comunemente si ritiene che i segni dello zodiaco siano le costellazioni dell'antichità, oggi non più valide perché spostate.

In realtà, le costellazioni non coincidevano con i segni dello zodiaco nemmeno nell'antichità, perchè rappresentano la suddivisione simbolica del cielo il 12 parti uguali secondo lo scorrere delle stagioni.

Venere in congiunzione a Giove

Se l'aspetto di opposizione tra Marte e il Sole, come abbiamo visto, per quanto benvoluto dagli astronomi per via della splendida osservazione, non è benvisto dall'astrologo, ci sarà la possibilità di osservare un evento che mette d'accordo tutti: la spettacolare congiunzione tra Venere e Giove tra il 12 e il 13 marzo 2012.

I due pianeti più brillanti del sistema solare si troveranno uno accanto all'altro. Tale aspetto, che viene a verificarsi tra due astri benefici, è infatti generalmente benvisto dall'astrologia tradizionale, considerato che Venere in congiunzione a Giove "Mostra chi è stimato e composto con grazia e ha l’amicizia di molti, chi ha buona intenzione ed è pio e cortese, chi è caro ai principi, chi ha buon nome. Chi così nasce migliora la propria condizione di vita grazie ad alcune persone distinte o alle donne o ancora presiede al sacro culto. E' assai incline all’amore ... ha buoni matrimoni ed è felice nei figli, se Saturno e Marte non osservano. "[2]

Insomma, gli appuntamenti con le stelle non mancheranno e l'osservatorio organizza persino un buffet a costi contenuti per la sera del 10 marzo, con questo allettante programma:

La serata sarà divisa in due parti con possibilità di fermarsi al buffet (su prenotazione):
Ore 18,30 - 20 - osservazione di Mercurio, Venere, Giove, stelle e costellazioni.
e ore 21,30 - 23,30 - osservazione di Marte, Saturno, Luna oggetti del cielo profondo (nebulose, ammassi stellari).

D'altra parte, anche gli astrologi si sono dimostrati molto attenti alle osservazioni di questo periodo.

Ecco il suggerimento di Fabrizio Corrias, docente della scuola di astrologia classica "Almugea".

"Vi posso confermare di aver osservato Mercurio vicino all'orizzonte. Il 21/02 aveva effettuato la sua levata eliaca vespertina (qui a ...), ma solo oggi è stato possibile osservare la zona vicina all'orizzonte (per vicissitudini atmosferiche).
C'era perciò una speciale processione di Giove, Venere, Luna e Mercurio. Uno spettacolo meraviglioso.
Se seguite la linea che unisce Giove e Venere verso l'orizzonte potrete vedere domani, fino al 15 Marzo, la luce di Mercurio.
E' una visione rara".

Buona visione

 

[1] Osservatorio astronomico Perinaldo: 3 marzo 2012: Marte in opposizione

[2] Commentatore anonimo "Congiunzione Giove - Venere"


 

Non è più possibile inserire commenti in questo argomento.


Mercoledi, 14 novembre 2018
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner