Domicilio
Banner

Astrologia -> Pianeti

Home Domicilio

Domicilio

Astrologia

Domicilio

Domicilii
Domicilio di Sole e Luna
Domicilio di Saturno
Domicilio di Giove
Domicilio di Marte
Domicilio di Venere
Domicilio di Mercurio

In astrologia, il domicilio (al plurale i domicilii) è la prima e forse più importante "dignità" planetaria, cioè una forza o una virtù che ogni astro acquisisce quando si trova in un segno zodiacale conforme alle sue qualità. L'esempio più classico è quello della Luna (astro che produce umido) in Cancro (primo segno di acqua). L'esempio più evidente è quello del Sole che, nel suo domicilio, in Leone è carico di calore.

In particolare, il domicilio esprime un'affinità tra un luogo dello zodiaco ed un astro, in quanto si ritiene che gli effetti del pianeta in quel segno sono più vigorosi.

In senso metaforico, il domicilio esprime quindi una similitudine o una familiarità: domus in latino è la casa. Un astro in domicilio si trova ad operare in casa propria.

Al di là di Sole e Luna, che hanno domicilio esclusivo, rispettivamente, in Leone e Cancro (il Sole in Leone e la Luna in Cancro), ogni astro condivide il domicilio con due segni zodiacali: Mercurio ha domicilio in Gemelli e Vergine, Venere in Toro e Bilancia, Marte in Ariete e Scorpione, Giove in Sagittario e Pesci, Saturno in Capricorno ed Acquario.

Soltanto in uno dei due segni, il pianeta ha la sua "gioia", cioè, come dicevano gli antichi, si "rallegra". Gli astri si rallegrano nel domicilio più conforme alla loro natura, al loro sesso (cioè se sono astri maschili o femminili) ed al loro temperamento.

Saturno si rallegra in Acquario, Marte in Scorpione, Venere in Toro, Mercurio in Vergine e Giove in Sagittario.

Come si è giunti all'assegnazione dei domicilii degli astri?

Il domicilio del Sole ed il domicilio della Luna

Il primo astrologo, e per quanto ne sappiamo l'unico, ad occuparsi di "organizzare" la sapienza astrologica antica fu Tolomeo (I secolo d.C) con il suo libro: "Le previsioni astrologiche" (Tetrabiblos).

Nel capitolo I.17, del Tetrabiblos, dedicato ai domicilii dei pianeti, Tolomeo afferma che le dignità costituiscono la seconda familiarità tra pianeti e segni dello zodiaco (la prima familiarità è invece costituita dagli aspetti - I.13):

"I pianeti hanno inoltre una relazione naturale con le parti dello zodiaco (i 12 segni) in forza dei cosiddetti domicilii, trigoni, esaltazioni, confini e simili.

Per quanto attiene ai domicilii, questo è il loro ordinamento naturale: dei dodici segni, quelli più prossimi al nostro vertice sono per ciò produttivi di calore e di ardore ed essi sono il Cancro e il Leone che vennero assegnati quali domicilii ai luminari, i corpi celesti più grandi e più eminenti. Il Leone, in quanto segno maschile, al Sole; il Cancro, in quanto segno femminile, alla Luna.[1] "

Segni solari  e segni lunari

Tolomeo dimostra che possiamo opportunamente dividere lo zodiaco in due emisferi il cui vertice è quello più produttivo di calore, cioè il segno del Leone ed il segno del Cancro (i due segni che seguono il solstizio di estate). A questi due segni vengono assegnati i domicili dei luminari (Sole e Luna), come si ricava dalla figura in basso: la Luna in Cancro ed il Sole in Leone.

domicili-sole-luna-zodiaco

Nella figura, il semicerchio rosso rappresenta l'emisfero solare, mentre quello blu l'emisfero lunare.
I segni che vanno dal Leone al Capricorno sono detti segni solari (semicerchio rosso), mentre quelli che vanno dal Cancro all'Acquario sono detti segni lunari (semicerchio blu).

Segni maschili e segni femminili

In precedenza - nel capitolo I.12 sui segni maschili e femminili - Tolomeo aveva dimostrato che i segni sono disposti secondo un ordine alterno: maschile, femminile, maschile, femminile, etc..

Avremo quindi segni maschili  solari e segni maschili lunari. Segni femminili solari e segni femminili lunari, secondo questo schema:

Ariete: maschile - lunare
Toro: femminile - lunare
Gemelli: maschile - lunare
Cancro: femminile - lunare
Leone: maschile - solare
Vergine: femminile - solare
Bilancia: maschile - solare
Scorpione: femminile - solare
Sagittario: maschile - solare
Capricorno: femminile - solare
Acquario: maschile - lunare
Pesci: femminile - lunare

Tolomeo, infatti, prosegue così:
"In seguito, l'emiciclo compreso tra il Leone e il Capricorno fu denominato solare; l'altro, dall'Acquario al Cancro, lunare, sicché in entrambi gli emicicli fu attribuito a ciascuno dei cinque astri un segno, l'uno configurato rispetto al Sole, l'altro rispetto alla Luna, in conformità ai moti delle loro sfere e alla peculiarità della loro natura".

domicili-pianeti

Si guardi la figura in alto e si noti come la sequenza dei pianeti si replica nella parte (emiciclo) solare (in rosso) come in quella lunare (in blu) secondo questa sequenza:

1) Sole - Mercurio - Venere - Marte - Giove - Saturno

2) Luna - Mercurio - Venere- Marte - Giove - Saturno

E' sorprendente, perché questa simmetria è perfettamente coerente con l'ordine naturale degli astri che è proprio: Sole - Mercurio - Venere - Marte - Giove - Saturno (la Terra, assente nella figura in basso, si trova tra Venere e Marte).

ordine-pianeti

Ecco il procedimento utilizzato da Tolomeo per l'assegnazione dei domicilii degli altri astri, tutt'ora ancora in vigore presso la maggior parte degli astrologi.

Tale procedimento, come vedremo pone il Sole (caldo) e Luna (umida) in contrapposizione a Saturno (freddo e secco) in funzione delle qualità naturali dell'astro.

Il domicilio di Saturno

"Alla stella di Saturno, che è soprattutto frigidifica e la cui natura si oppone al calore e la cui sfera è la più alta e la più lontana dai luminari, furono attribuiti i segni opposti al Cancro e al Leone, ovvero il Capricorno e l'Acquario. Ora, per quanto è di tali segni, essi sono freddi e invernali e per quanto è della figura del diametro, essa è contraria a generare il bene".

domicilio-saturno-2

Se il Sole è produttivo di calore, Saturno, che è l'astro visibile più lontano dal Sole, è freddo (la sua luce è fredda): è lontano dal vertice (occupato da Cancro e Leone) e occupa i segni opposti a Cancro (cioè Capricorno) ed a Leone (cioè Acquario).
Il domicilio solare di Saturno è in Capricorno, mentre quello lunare è in Acquario.

Il domicilio di Saturno è quindi ricavato dal diametro (opposizione o distanza di 180 gradi), cioè la linea che divide il cerchio in due semicerchi (emisferi), per contrasto ai luminari: Capricorno (segno che si trova nell'emiciclo solare) è opposto al domicilio della Luna (Cancro), mentre Acquario (che si trova nell'emiciclo lunare) è opposto al domicilio del Sole (Leone).

Nell'ordine naturale degli astri, dopo l'astro di Saturno, troviamo Giove. Viene così osservato anche un criterio di alternanza: dopo il "malefico" Saturno viene il benefico e "fecondo" Giove.

Il domicilio di Giove

Dopo aver stabilito il domicilio di Saturno, Tolomeo si occupa di assegnare a Giove i suoi domicilii:

"Alla stella di Giove, che è temperata ed è posta sotto la sfera dell'astro di Saturno, furono attribuiti i segni contigui ai due predetti (Capricorno e Acquario dove ha domicilio Saturno), il Sagittario (confinante con il Capricorno) e i Pesci (segno confinante con l'Acquario), che sono ventosi e fecondi e configurati (cioè in aspetto) ai luminari con l'intervallo del trigono, che è figura armonica e benefica."

domicilio-giove

Così come nell'ordinamento naturale dei pianeti Giove precede Saturno, allo stesso modo nell'emisfero solare il Sagittario precede il Capricorno e, nell'emisfero lunare, i Pesci precedono l'Acquario.
Tutto torna: Giove è un astro benefico e la figura che appare sullo zodiaco è, infatti, un aspetto benefico, cioè un trigono (distanza di 120 gradi o quattro segni zodiacali) tra i luminari (Sole e Luna) e Giove.

Il domicilio solare di Giove, ricavato per trigono al Sole è dunque in Sagittario, mentre il domicilio lunare di Giove, ricavato per trigono alla Luna è in Pesci.

Il domicilio di Marte

domicilio-marte

Continuando a seguire il principio di alternanza, dopo Giove (astro "fecondo" e benefico) troviamo l'assegnazione del domicilio di Marte (astro "malefico") in Ariete, nell'emisfero lunare (blu) e in Scorpione nell'emisfero solare (rosso).

Infatti, ai Pesci, nell'emisfero lunare, segue l'Ariete, mentre, nell'emisfero solare, il segno successivo al Sagittario è lo Scorpione.

In conformità con la natura disgregatrice di Marte, Tolomeo assegna il suo domicilio per quadratura (distanza di 90 gradi o tre segni zodiacali) rispetto ai luminari: Scorpione è quadrato al Leone (domicilio del Sole), mentre Ariete è quadrato al Cancro (domicilio della Luna).

"In seguito, alla stella di Marte, la cui natura è prevalentemente disseccante e la cui sfera è posta sotto quella dell'astro di Giove, furono attribuiti i due segni contigui che hanno natura ad essa stella simile, lo Scorpione e l'Ariete, i quali, in conformità alla qualità distruttiva e discorde, formano una distanza di quadratura rispetto ai luminari".

Il domicilio di Venere

domicilio-venere

Continuando a seguire il principio di alternanza (malefico/benefico), all'agguerrito Marte, segue l'assegnazione del domicilio di Venere (astro benefico):

Venere ha il suo domicilio solare in Bilancia (segno posto nell'emiciclo solare, in rosso nella figura) e il suo domicilio lunare in Toro (segno posto nell'emiciclo lunare, in blu nella figura).

Il suo domicilio, viene ricavato con la figura geometrica dell'esagono (il sestile) cioè la distanza di 60 gradi o due segni zodiacali.

Se Marte ha il suo domicilio in Scorpione e Ariete, Venere, astro vicino a Marte, ha domicilio nel segno confinante a Scorpione (domicilio di Marte), quindi in Bilancia, e Ariete (domicilio di Marte), quindi in Toro.

Scrive Tolomeo:

"Alla stella di Venere, che è temperata e segue l'astro di Marte, furono attribuiti i due segni contigui, la Bilancia e il Toro, i quali sono fecondissimi e che serbano l'accordo proprio dell'intervallo esagonale; d'altro canto questa stella mai si allontana dal Sole di più di due segni in entrambe le direzioni."

Come si può notare nella figura, Venere, in conformità alla sua natura benefica, è in aspetto di sestile (esagono o 60 gradi o due segni zodiacali) che è un aspetto armonioso.

Il domicilio di Mercurio

domicilio-mercurio

Ultimo pianeta a ricevere l'assegnazione del domicilio, per lontananza da Saturno, ma anche pianeta più vicino al Sole è Mercurio.

La figura (l'aspetto) corrispondente a questo domicilio è la congiunzione.

Dopo aver assegnato il domicilio a Venere, Tolomeo procede quindi all'assegnazione del domicilio di Mercurio, astro confinante con Venere, che viene domiciliato in Vergine ed in Gemelli.

Mercurio ha il suo domicilio solare in Vergine (segno vicino a Bilancia nell'emiciclo solare) ed il suo domicilio lunare in Gemelli (segno vicino a Toro nell'emiciclo lunare).

Nell'ordinamento naturale dei pianeti, partendo da Saturno verso il Sole, dopo Venere troviamo Mercurio. Così, se Venere è in domicilio (lunare) in Toro e (solare) in Bilancia, Mercurio è in domicilio nei segni vicini a Toro e Bilancia:

Come osserva Tolomeo, è vero anche il contrario:

"Alla stella di Mercurio, infine, che mai si allontana dal Sole di più di un segno in entrambe le direzioni e la cui sfera è inferiore a quella delle altre stelle e maggiormente è prossima ad entrambi i luminari, furono attribuiti i due rimanenti segni, che sono contigui ai domicilii dei luminari, i Gemelli e la Vergine".

Mercurio, non si allontana mai dal Sole per più di un segno. Per esempio, chi ha il Sole in Ariete, potrà avere Mercurio Ariete (vicino al suo Sole) o in Toro (segno dopo l'Ariete) o in Pesci (segno prima dell'Ariete), ma non potrà avere Mercurio in Gemelli o in Cancro o negli altri segni lontani da Ariete.

L'aspetto (tecnicamente non è un vero aspetto, ma il fondamento di tutti gli aspetti) per l'assegnazione del domicilio di Mercurio è la "congiunzione", cioè la vicinanza: un aspetto positivo.

Gemelli, domicilio lunare di Mercurio, è, infatti, confinante con Cancro (domicilio della Luna), mentre Vergine è confinante con Leone (domicilio del Sole):

Mercurio si trova tra Venere e Sole ed il suo domicilio solare è in Vergine (segno tra Bilancia e Leone) quindi tra i domicili di Venere (Bilancia) e del Sole (Leone). Allo stesso modo, nell'emiciclo lunare (in blu nella figura), il domicilio lunare di Mercurio si trova, simmetricamente, tra i domicilii di Venere (Toro) e Luna (Cancro), cioè in Gemelli, segno che si trova tra Toro e Cancro.

[1]  Tetrabiblos I.17 - Commento al primo libro del Tetrabiblos di C. Tolomeo a cura di Giuseppe Bezza - edizione Nuovi Orizzonti.

Tags:
 

Commenti  

 
0 #1 RE: DomicilioGaetano 2013-11-06 01:05
Molto intersante, per fare un esempio se uno è scorpione è nasce con la luna in cancro nasce con la luna in domicilio, esatto?
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Venerdi, 16 aprile 2021
✝ IMPORTANTE Avviso ai lettori ✝

informazioni-su-oroscopi

AVVISO di navigazione per gli utenti interessati all'oroscopo  Qui troverai l'oroscopo del mese e dell'anno, ma abbiamo deciso di eliminare molti strumenti e spiegazioni.

Chi cerca l'oroscopo vorrebbe capire meglio sia la situazione che sta vivendo sia come andrà nel futuro prossimo o anche come saranno le prossime annate. Conoscendo il futuro puoi sapere quando è bene investire, quando è bene vendere, iniziare una storia d'amore... tutto quello che ti pare...

Tuttavia, sappi che non ti servirà a nulla perché chi ha creato i pianeti e dato ordini al tempo non permetterà che tu abbia più di quanto ti spetta, che è quanto ha stabilito per il tuo bene.
La società moderna ci insegna a fare la furbata, ma poi paghi pegno... non si può uscire dalla porzione che ti è stata assegnata, non avrai una fetta di torta in più, perché c'è un Dio nel cielo che non lo permette... chi ha creato tutte le cose non lo permette... quindi... se sei su questo sito sei abbastanza intelligente da capire che se un astro influenza la tua vita è solo perché esiste ed è vivente chi ha creato questo astro... il compito di una persona saggia è quindi quello di rendere grazie al Creatore e non certo rivolgersi agli astri sperando di passare oltre alla Sua volontà cercando il sostegno astrale. Sta, invece, scritto in Giovanni 3:27: "l'uomo non può ricevere cosa alcuna, se non gli è data dal cielo".
Il consiglio quindi è quello di abbandonare la strada malvagia e di lasciar perdere l'oroscopo, la divinazione e tutto quello che riguarda la previsione degli eventi, perché il futuro deve essere amministrato solo dal Creatore e quando gli uomini si mettono in mezzo fanno solo grossi danni... soprattutto a se stessi!!! perché l'uomo che pensa di fare qualcosa senza l'aiuto del Creatore è destinato a fallire ed a mandare in rovina se stesso e tutto ciò che lo circonda...
Lascia perdere l'oroscopo e avvicinati al tuo Creatore. Gesù disse: chiedi e ti sarà dato, quindi non c'è davvero bisogno di rivolgersi ai pianeti. Abbi fede.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner